Leandra Scappaticci

Nata a Savona il 15-12-73, laureata in Musicologia presso l’Università di Pavia – Cremona (2000, relatore Giacomo Baroffio); dottore di ricerca in Paleografia greca e latina presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (2005); diplomata in Biblioteconomia (Scuola Vaticana di Biblioteconomia, 2009); cultore della materia in Paleografia latina presso l’Università degli Studi di Pavia-Cremona; assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Pavia, Facoltà di Musicologia (2006-2008). Dal 2012 è Professore invitato a Lisboa, Faculdade de Ciências Sociais e Humanas, Centro de Estudos de sociologia e Estética Musical; sempre dal 2012 è titolare di cattedra di Paleografia latina presso la Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell’Archivio di Stato di Genova, e contrattista per il corso di Bibliografia presso l’Università degli Studi di Genova; nel 2011 titolare del corso di Paleografia latina presso CrForma Formazione Superiore Restauro beni culturali della Regione Lombardia e della Provincia di Cremona; negli anni 2009-2010 è insegnante di Paleografia musicale presso il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra di Milano. Partecipa a vari progetti di ricerca e PRIN: progetto europeo “Making Europe: Columbanus and his Legacy / Aux origines de la construction de l’Europe: Columban et son heritage / Costruire l’Europa: Colombano e la sua eredità”; Consultant of Portuguese Early Music Database (http://pemdatabase.eu); “MANNO, Manuscrits notés en neumes en Occident”, Ecole Pratique des Hautes Etudes de Paris; Inventaires et recherches sur les sources de haute Italie, Institut de Recherche et d’Histoire des Textes, Section de Musicologie medievale; “Le regge dei Gonzaga. I Gonzaga ed i Papi”, Università Europea di Roma; “Frammenti Ebraici in Italia”, Università degli Studi di Bologna, The Israel Academy of Sciences and Humanities, Jerusalem, The Hebrew University, Jerusalem, Memorial Foundation for Jewish Culture New York; "I Padri greci nelle versioni latine degli umanisti: realizzazione di una banca dati informatica della tradizione manoscritta e a stampa (secoli XIV-XVII), Università degli Studi di Pavia; “Raphael, Rhytmic and Proportional Hidden or Actual Elements in plainchant (1350-1650): computerized census and integral restoration of a neglected musical repertoire”, Università di Lecce, Padova, Parma e Pavia-Cremona, Fondazione Guido d’Arezzo; progetto europeo “Rinascimento Virtuale” Università degli Studi di Bologna, Fotoscientifica di Parma.
Dal 1998 collabora con la Società Internazionale per lo studio del Medioevo Latino di Firenze per il bollettino bibliografico “Medioevo Musicale”; dal 2000 partecipa alla redazione della “Rivista Internazionale di Musica Sacra”. È membro dei seguenti comitati scientifici: Libreria Editrice Vaticana (collana Monumenta Studia Instrumenta Liturgica); Archivum de Musica Medii Aevi, Centre de Médiévistique Jean Schneider CNRS, Université de Lorraine; Edizioni If Press (collana Sapientia ineffabilis). Ha partecipato a vari convegni in Italia e all’estero (Bobbio, Mantova, Ravenna, Lisboa, Zaragoza, Paris..) organizzati nell’ambito di progetti universitari e ministeriali, talvolta con l’International Musicological Society (Vienna, Roma, Venezia) e nel gruppo di studio Cantus Planus. Ha tenuto seminari in università (Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Università degli Studi di Pavia-Cremona, CNRS Institut de recherche et d’histoire de textes Paris, Universidade Nova Lisboa) e per corsi di dottorato (Roma, Università degli Studi “La Sapienza”). Ha organizzato alcune mostre (Bologna, Soprintendenza Archistica dell’Emilia Romagna, Biblioteca Statale di Cremona) tra cui, recentemente, una dedicata a “Il libro errante del popolo errante: produzione, diaspora e persecuzione dei testi ebraici” a Genova, Fondazione per la Cultura di Palazzo Ducale. Attualmente è funzionario bibliotecario del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dirige l’unità operativa di catalogazione e valorizzazione dei manoscritti della Biblioteca Universitaria di Genova.

Indirizzi

via Nicola Fabrizi 1
00153 Roma
email: paleandra@alice.it

Pubblicazioni

  1. Le fonti liturgico-agiografiche (in collaborazione con Daniele Piazzi), in Beatus vir et re et nomine Homobonus. La figura di sant’Omobono ad ottocento anni dalla morte (1197-1997), Cremona, Linograf, 1998, pp. 31-38.

  2. Indici dei manoscritti, delle fonti a stampa, dei nomi e dei brani, in Gregoriano in Lombardia, a cura di Nino Albarosa e Stefania Vitale, Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2000, pp. 223-235.

  3. Tropi e sequenze di un manoscritto sconosciuto (Acqui Terme, Biblioteca del Seminario, ms. 1), «Rivista Internazionale di Musica Sacra», 22, 2000, pp. 149-165.

  4. Frammenti di libri manoscritti della tradizione liturgica savonese, «Atti e memorie della Società Savonese di Storia e Patria», 37, 2001, pp. 155-195.

  5. L’innario di Savona: testi e melodie, «Rivista Internazionale di Musica Sacra», 22, 2001, pp. 159-197.

  6. «Membra disiecta» di un innario in archivi e biblioteche di Savona, in «… Fragmenta ne pereant». Recupero e studio dei frammenti di manoscritti medievali e rinascimentali riutilizzati in legature, Atti del Convegno di studi (29-30 maggio 2000), Ravenna, Longo editore, 2002 (Le tessere, 4), pp. 257-264.

  7. L’ufficio di sant’Omobono: contributo alla ricostruzione dei testi e delle musiche (in collaborazione con Paolo Dal Molin e Andrea Garavaglia), «Rivista Internazionale di Musica Sacra», 24, 2003, pp. 133-172.

  8. Una nuova fonte per lo studio della sequenza e della polifonia liturgica ‘arcaica’ (Acqui Terme, Biblioteca del Seminario, Ms. I) (in collaborazione con Rodobaldo Tibaldi), «Musica e Storia», 11, 2003, pp. 197-239.

  9. In natale sancti Columbani abbatis ad missam. Studio ed edizione dei testi, «Archivum Bobiense», 25, 2003, pp. 203-225.

  10. L’antifonario Vaticano latino 14676: nuove prospettive di ricerca, «Rivista Internazionale di Musica Sacra», 24, 2003, pp. 205-207.

  11. A Newly Discovered Thirteenth-Century Gradual-Tropary-Sequentiary in the Seminary Library of Acqui Terme, «Acta Musicae Byzantinae», 7, 2004, pp. 80-83.

  12. La sobria ebbrezza dello spirito. Il canto gregoriano ad Acqui, Acqui Terme, Impressioni Grafiche, 2005 («Iter» 4).

  13. Un nuovo frammento inedito bobbiese, «Nuovi Annali della Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari» 19, 2005, pp. 41-49.

  14. Cronaca del XXXIII Seminario di studio La musica delle antiche civiltà mediterranee – La composizione del canto liturgico nel Basso Medioevo, Venezia, Fondazione Ugo e Olga Levi, Palazzo Giustinian Lolin, 5-7 maggio 2005, «Musica e storia» 13, 2005, pp. 387-391.

  15. Manoscritti liturgici in Acqui: ricognizione e studio delle testimonianze integre e frammentarie, in Arte e carte nella diocesi di Acqui, a cura di Alessandro Casagrande, Silvia Malaspina, Valeria Moratti, Gabriella Parodi, Lelia Rozzo, Torino, Mario Gros, 2006, pp. 68-95.

  16. Codici musicali palinsesti del monastero di San Colombano di Bobbio, in El palimpsesto grecolatino como fenómeno librario y textual, a cura di Ángel Escobar, Zaragoza, Institución «Fernando el Católico», 2006, pp. 131-144.

  17. Codex. Manoscritti liturgici degli Archivi Storici Diocesani di Bobbio (secoli X-XVII), catalogo della mostra, Piacenza, Casa dell’Arte al Teatro, 2008 (XVIII).

  18. Manoscritti francescani “itineranti” della Biblioteca Civica Aprosiana di Ventimiglia, «Aprosiana» XVI, 2008, pp. 32-57.

  19. Codici e liturgia a Bobbio. Testi, musica e scrittura (secoli Xex. – XII), Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 2008 (Monumenta Studia Instrumenta Liturgica, 49).

  20. Programma di sala del concerto del Choeur Grégorien de Paris, direttore Thibaut Merlin – Milano, Duomo, 13 settembre 2008 – Torino Milano Festival Internazionale della Musica, Mito Settembre Musica 2008, XXXVII.

  21. Programma di sala del concerto del Choeur Grégorien de Paris, direttore Thibaut Merlin – Morbegno, Chiesa di San Giovanni Battista, 14 settembre 2008 – Torino Milano Festival Internazionale della Musica, Mito Settembre Musica 2008, XLIII.

  22. Ex tenebris ad lucem. Frammenti di codici liturgico-musicali della Biblioteca Statale di Cremona, catalogo a cura di Leandra Scappaticci, saggio introduttivo e annotazioni al catalogo di Giacomo Baroffio, trascrizioni musicali di Eun Ju Kim, Cremona, Biblioteca Statale di Cremona, 2009 (Biblioteca Statale di Cremona. Mostre, XXX) + CD allegato a cura di Stefano Campagnolo e Leandra Scappaticci.

  23. I frammenti liturgici dell’Archivio Storico Diocesano di Tortona, in L’Archivio riordinato, Genova, Sagep, 2011 (Quaderni del Polo culturale diocesano di Tortona, 1), pp. 28-46.

  24. Il più antico manoscritto del Tractatus in Iohannis evangelium di Agostino (Vat. lat. 5776, f. 3), «Miscellanea Bibliothecae Apostolicae Vaticanae» XVIII, 2011, pp. 487-495 (Studi e Testi 469).

  25. Libri francescani della Civica Biblioteca Aprosiana: alcune riflessioni per una storia del convento dell’Annunziata di Ventimiglia, in Il forte dell’Annunziata di Ventimiglia. Dalla antica chiesa di San Lazzaro al Museo Civico Archeologico “Girolamo Rossi”, a cura di Daniela Gandolfi, Ventimiglia, Istituto Internazionale di Studi Liguri Sezione Intemelia, 2012, pp. 31-45 (Quaderni del Museo Civico Archeologico “Girolamo Rossi”, 1).

  26. Medioevo musicale a Cremona, in Musicremona. Itinerari nella storia della musica di Cremona, a cura di Raffaella Barbierato e Rodobaldo Ribaldi, Pisa, ETS, 2013 (Diverse voci. Collana del Dipartimento di Scienze Musicologiche e Paleografico-Filologiche, 12), pp. 43-78.

  27. Quod ore cantas corde credas. Studi in onore di Giacomo Baroffio Dahnk, a cura di Leandra Scappaticci, Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 2013 (Monumenta Studia Instrumenta Liturgica, 70).

  28. Presentazione, in Quod ore cantas corde credas. Studi in onore di Giacomo Baroffio Dahnk, a cura di Leandra Scappaticci, Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 2013 (Monumenta Studia Instrumenta Liturgica, 70), pp. 5-9.

  29. Pregare in monastero: appunti per una “architettura” dello spazio liturgico extra ecclesiam, in Quod ore cantas corde credas. Studi in onore di Giacomo Baroffio Dahnk, a cura di Leandra Scappaticci, Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 2013 (Monumenta Studia Instrumenta Liturgica, 70), pp. 41-50.

Ultima modifica: 21 dicembre 2014 18:48

Up torna su