Gianfranco Orlandelli (†)

Nato a Bologna nel 1919, laureato in Lettere (1942) e in Filosofia (1946) nell’Università di Bologna, docente nelle scuole medie (1945-1947), nella carriera direttiva degli Archivi di Stato, presso l’Archivio di Stato di Bologna (1947-1962), libero docente in Paleografia e Diplomatica (1960), incaricato dell’insegnamento di Paleografia e Diplomatica (1959-1962), dal 1962 titolare della cattedra delle stesse discipline, sempre nella Facoltà di Lettere dell’Università di Bologna. Emerito e membro del Consiglio Direttivo della Deputazione di Storia Patria per le Provincie di Romagna, accademico effettivo dell’Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna, membro dell’Istituto per la storia dell’Università di Bologna, della Commissione per l’edizione dei testi di lingua, del Centro per la ricerca e lo studio dei testi civilistici medievali, della Commission Internationale de Diplomatique. È scomparso il 23 novembre 1991.

Pubblicazioni

  1. Antibarbarismo di Illo isaurico, in «Convivium», 1 (1941), pp. 97-101.

  2. Mammiano artista bizantino, in «Convivium – Raccolta Nuova», 1 (1947), pp. 131-132.

  3. La politica religiosa dell’imperatore Zenone, in «Atti e Memorie della Accademia Virgilliana di Mantova», n.s., XXVII (1948), pp. 1-15 dell’estratto.

  4. L’Archivio Ranuzzi, in «Notizie degli Archivi di Stato», 1948, fasc. 2-3, pp. 185-192.

  5. L’Archivio della Ambasciata bolognese a Roma, in «Notizie degli Archivi di Stato», 1949, fasc. 1-3, pp. 81-90.

  6. Considerazioni sui capitoli di Nicolò V coi bolognesi, in «Rendiconti della Accademia Nazionale dei Lincei. Classe di scienze morali, storiche e filosofiche», s. VIII, IV (1949), pp. 454-473.

  7. La revisione del bilancio nel Comune di Bologna dal XII al XV secolo, in «Atti e Memorie della Deputazione di Storia Patria per le Province di Romagna», n.s., II (1951), pp. 157-218.

  8. La Partecipazione dei Bentivoglio, in «Atti dell’Accademia di Scienze Lettere ed Arti di Palermo», s. IV, XI (1950-1951), parte II, pp. 1-27 dell’estratto.

  9. Note di storia economica sulla Signoria dei Bentivoglio, in «Atti e Memorie della Deputazione di Storia Patria per le Province di Romagna», n.s., III (1953), pp. 207-398.

  10. La Sezione di Archivio di Stato di Forlì, in «Notizie degli Archivi di Stato», 1953, fasc. 2, pp. 82-86.

  11. Gli uffici economici e finanziari del Comune dal XII al XV secolo (inventario dell’Archivio di Stato di Bologna), Roma 1954 (Pubblicazioni degli Archivi di Stato, XV).

  12. Alcuni documenti relativi al corredo di libri legali dei giudici del Podestà nella prima metà del secolo XIV, in «Atti e Memorie della Deputazione di Storia Patria per le Province di Romagna», n.s., V (1953-1954), pp. 286-294.

  13. Le finanze della Comunità di Forlì sotto il vicariato di Baldassarre Cossa, in «Studi Romagnoli», VII (1956), pp. 183-192.

  14. Studenti delle regioni sabaude e piemontesi a Bologna nel primo venticinquennio del secolo XIV, in Relazioni e Comunicazioni al XXXI Congresso Storico Subalpino di Aosta (9-11 settembre 1956), pp. 183-192.

  15. Ricerche sulla origine della «littera bononiensis»: scritture documentarie bolognesi del secolo XII, in «Bollettino dell’Archivio Paleografico Italiano», n.s., 2-3 (1956-1957), parte II, pp. 179-214.

  16. Osservazioni sulla scrittura mercantesca nei secoli XIV e XV, in Studi in onore di Riccardo Filangieri, I, Napoli 1958-1959, pp. 445-460.

  17. Il libro a Bologna dal 1300 al 1330, documenti con uno studio su Il contratto di scrittura nella dottrina notarile bolognese, Bologna 1959.

  18. Appunti sulla scuola bolognese di notariato per una edizione della «Ars Notarie» di Salatiele, in «Studi e Memorie per la storia dell’Università di Bologna», n.s., 2 (1961), pp. 1-54.

  19. Salatiele, Ars Notariae, I, I frammenti della prima stesura dal codice bolognese dell’Archiginnasio B 1484, Milano 1961.

  20. Salatiele, Ars Notariae, II, La seconda stesura dai codici della Biblioteca Nazionale di Parigi lat. 4593 e lat. 14622, Milano 1961.

  21. La supplica a Taddeo Pepoli, Bologna 1962.

  22. L’autorità del Signore in un decreto di Taddeo Pepoli sulla formula di deroga, III, Bologna 1963 (Quaderni della Scuola di paleografia ed archivistica dell’Archivio di Stato di Bologna, III).

  23. Il Sindacato del Podestà (pp. 1-130) e La scrittura da cartulario di Ranieri da Perugia e la tradizione tabellionale bolognese del secolo XII (pp. 131-168), Bologna 1963.

  24. Rinascimento giuridico e scrittura carolina a Bologna nel secolo XII, Bologna 1965.

  25. Genesi dell’"ars notariae" nel secolo XIII, in «Studi Medievali», III s., 6 (1965), pp. 329-366.

  26. “Littera nova” e “Littera antiqua” fra glossatori e umanisti, Bologna 1965 (Quaderni della Scuola di paleografia ed archivistica dell’Archivio di Stato di Bologna, VII).

  27. Bologna (1116-1796), in Piani particolari di pubblicazione di “Acta Italica” della Fondazione italiana per la storia amministrativa, n. 2, Milano 1967.

  28. I Memoriali bolognesi come fonte per la storia dei tempi di Dante, in Dante e Bologna nei tempi di Dante, edito dalla Commissione per i testi di lingua in occassione delle Celebrazioni del VII Centenario della nascita di Dante, Bologna 1967, pp. 193-205.

  29. Due relazioni sulla erezione dei Monti di Pubbliche Prestanze in Bologna (1655-1744), Milano 1968 (Acta Italica, 14).

  30. “Studio” e scuola di notariato, in Atti del Convegno di studi accursiani (Bologna, 21-26 ottobre 1963), I, Milano 1968, pp. 73-95.

  31. “Ars notariae” e critica del testo, in Atti del II Congresso Internazionale di storia del diritto (Venezia, 18-22 settembre 1967), Firenze 1971, pp. 551-566.

  32. Commemorazione di Giorgio Cencetti, in «Atti e Memorie della Deputazione di Storia Patria per le Provincie di Romagna», n.s., XXI (1971), pp. 3-15.

  33. Informazione sullo stato dei lavori per il codice diplomatico bolognese, «Atti e Memorie della Deputazione di Storia Patria per le Provincie di Romagna», n.s., XXIII (1972), pp. 1-9.

  34. Irnerio e la teorica dei quattro istrumenti, in «Atti della Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna. Rendiconti», LXI (1973), pp. 112-124.

  35. La vicenda editoriale del “Corpus Chronicorum Bononiensium”, in Storiografia e Storia. Studi in onore di Eugenio Dupré Theseider, Roma 1974, pp. 189-205.

  36. La scuola bolognese di notariato. Stato degli studi e prospettive della ricerca, in Notariato medievale bolognese. Atti di un Convegno (febbraio 1976), a cura del Consiglio Nazionale del Notariato, II, Roma 1977, pp. 27-46.

  37. Collaborazione alla redazione dei regesti de Il cartulario di Arnaldo Cumano e Giovanni di Donato, Roma 1978 (Pubblicazioni degli Archivi di Stato, XCVI).

  38. Osservazioni sul codice farfense 28 della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, in Palaeographica Diplomatica et Archivistica. Studi in onore di Giulio Battelli, I, Roma 1979, pp. 305-313.

  39. Osservazioni archivistiche e paleografiche sui papiri di Dura-Europos, in «Atti della Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna. Rendiconti», LXVII (1979), pp. 23-29.

  40. Origini del gotico e scritture scolastiche, in «Atti della Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna. Rendiconti», LXIX (1981), pp. 55-60.

  41. Sulla produzione libraria bolognese e parigina nel secolo XIII e sulla data di edizione dell’"Aurora" di Rolandino, in «Atti della Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna. Rendiconti», LXX (1982), pp. 103-108.

  42. “Petitionibus emphyteuticariis annuendo”. Irnerio e l’interpretazione della legge “iubemus” (C. 1. 2. 14), in «Atti della Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna. Rendiconti», LXXI (1984), pp. 51-66.

  43. La scuola di notariato, in Le sedi della cultura nell’Emilia-Romagna, II. L’età medievale, Milano 1984, pp. 148-173.

  44. Considerazioni paleografiche sulle più antiche carte del monastero bolognese di S. Stefano, in «Atti della Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna. Rendiconti», LXXII (1985), pp. 83-97.

  45. Maestri e scolari nelle carte di corredo del Podestà di Bologna, in «Atti della Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna. Rendiconti», LXXIV (1987), pp. 19-33.

  46. Il codice scolastico bolognese, in L’Università a Bologna. Personaggi, momenti e luoghi dalle origini al XVI secolo, Milano 1987, pp. 113-131.

  47. Le note dorsali nelle antiche carte bolognesi, in Profili accademici e culturali di ’800 ed oltre, vol. curato dalla Accademia delle Scienze in occasione del IX Centenario dello Studio, Bologna 1988, pp. 171-190.

  48. I testi manoscritti, in edizione trilingue, studio introduttivo premesso al Catalogo della Mostra Alma Mater Librorum. Nove secoli di editoria bolognese per l’Università (Francoforte, 21 settembre-6 novembre 1988), Bologna 1988, pp. 15-49.

  49. Documento e formulari bolognesi da Irnerio alla “Collectio contractuum” di Rolandino, in Notariado públíco y documento privado: de los orígenes al siglo XIV, Actas del VII Congreso Internacionál de Diplomática (Valencia, ottobre 1986), II, Valencia 1989, pp. 1009-1036.

  50. La scuola di notariato fra VIII e IX Centenario dello Studio bolognese, in Studio bolognese e formazione del notariato, Convegno organizzato dal Consiglio notarile di Bologna col patrocinio della Università degli Studi di Bologna (Bologna, 6 maggio 1989, Palazzo dei Notai), Milano, Giuffrè, 1992 (Studi storici sul notariato, IX), pp. 23-59.

  51. G. Orlandelli, Scritti, a cura di R. Ferrara – G. Feo, Bologna 1994 (Istituto per la storia dell’Università di Bologna, Opere dei maestri, VII).

  52. I manoscritti, in Universitates e università, Atti del Convegno (Bologna, 16-21 novembre 1987) [in apertura delle Celebrazioni per il IX Centenario dello Studio bolognese], Bologna [1995].

Ultima modifica: 09 luglio 2009 17:44

Up torna su