Antonella Ghignoli

Nata il 14 maggio 1963, Ghignoli si è laureata in Storia nel 1988 presso l’Università di Pisa con tesi in Paleografia e Diplomatica (110/110 e lode), ha condotto studi post lauream come borsista presso la Universität Leipzig in «Quellenkunde und historische Hilfswissenschaften» (1989-1990) e presso la École française de Rome, Section Études Moyen Âge (2000). Ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Storia medievale presso l’Università di Firenze. È abilitata all’insegnamento di materie storiche e letterarie nelle scuole statali medie inferiori (concorso ordinario DM 23 marzo 1990). Dal 1 novembre 2001 è Ricercatore universitario confermato – e, dal 2005, anche Professore aggregato – presso l’Università della Tuscia, poi trasferita all’Università di Firenze (2006), quindi all’Università La Sapienza di Roma (2011), per il settore scientifico disciplinare M-Sto/09 (Paleografia). Ha tenuto per affidamento corsi universitari ordinari in Paleografia latina, Codicologia, Diplomatica, Letteratura latina. Nonché lezioni e seminari residenziali in paleografia latina e diplomatica presso università straniere.
Dal 2006 è membro del collegio dei docenti del Dottorato di Storia e del Dottorato di Filologia e linguistica presso l’Università di Firenze.

È stata Responsabile scientifico di una Unità di ricerca in un Progetto di Ricerca Cofin 2002 (Coordinatore nazionale prof. S. Gasparri), e partecipante a progetti di ricerca Prin Cofin 2003, 2005 e 2010-2011. Coordina da anni con François Bougard e Wolfgang Huschner le ricerche del progetto Italia Regia.

Fa parte del Consiglio scientifico dell’Istituto storico italiano per il Medio evo, è membro del Comitato scientifico per la collana «Fonti per la Storia d’Italia» del medesimo Istituto e coordina con Attilio Bartoli Langeli, Antonio Ciaralli e Paolo Mari l’annessa Scuola storica nazionale per l’edizione delle fonti documentarie.

Con DM 31 maggio 2013 è stata nominata Deputato della Deputazione di Storia Patria per la Toscana ed è stata nominata Socio corrispondente dell’Accademia senese degli Intronati nel 2015. È inoltre membro della Féderation Internationale des Instituts d’Études Médievales e del Centro Interuniversitario per la Storia e l’Archeologia dell’Alto Medioevo (SAAME http://www.saame.it).

È condirettore della Collana «Italia Regia» presso la Eudora Verlag Leipzig, fa parte del comitato direttivo della rivista «Culture del testo e del documento», ed è membro della redazione scientifica della rivista «Scrineum».

È socio della Associazione italiana dei Paleografi e Diplomatisti dal 1992.

Indirizzi

Dipartimento di Storia, Culture, Religioni, La Sapienza - Università di Roma
Piazzale Aldo Moro 5
00185 Roma (RM)
email: antonella.ghignoli@uniroma1.it

Pubblicazioni

  1. La definizione dei principi e le metodologie diplomatistiche: innovazioni ed eredità, in «Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Siena», XII (1991), pp. 39-53. Ripubblicato in formato digitale in «Scrineum. Saggi e materiali on-line di scienze del documento e del libro medievali», 1 (1999), <http://dobc.unipv.it/scrineum/biblioteca/ghignoli.htm>.

  2. Carte dell’Archivio di Stato di Siena. Abbazia di Montecelso (1071-1255), Siena, Accademia Senese degli Intronati 1992 (Fonti di storia senese).

  3. Correzioni di cancelleria e falsificazioni su rasura: i casi dei privilegi di Alessandro III conservati negli archivi senesi, in «Bullettino senese di storia patria», C (1993), pp. 9-34.

  4. Rc. a S. P. P. Scalfati, Corsica monastica, Pisa 1992, in «Bollettino storico pisano», LXII (1993), pp. 447-449.

  5. Carte dell’Archivio di Stato di Siena. Opera Metropolitana (1000-1200), Siena, Accademia Senese degli Intronati, 1994 (Fonti di storia senese).

  6. Il documento vescovile a Siena nei secoli X-XII. Problemi della tradizione e critica delle fonti, in Commission Internationale de Diplomatique, VIII Internationaler Kongreß für Diplomatik: Die Diplomatik der Bischofsurkunde vor 1250 (Innsbruck, 27 Sept.-3 Okt. 1993), Innsbruck, Tiroler Landesarchiv, 1995, pp. 347-363.

  7. Rc. a S. Moscadelli, L’Archivio dell’Opera Metropolitana di Siena. Inventario, München, 1995, in «Archivio storico italiano», CLIII (1995), n. 565 – dispensa III, pp. 604-607.

  8. Un “instrumentum” inedito dagli atti della cancelleria del Comune di Pisa del 1287, in «Bollettino storico pisano», LXVI (1997), pp. 163-170.

  9. Un codice lucchese ritrovato e una pergamena dispersa a Roma: due note con edizione dei documenti ‘solenni’ del vescovo di Siena Ranieri (1131-1168), in «Bullettino senese di storia patria», CIV (1997), pp. 341-356.

  10. La lettura e i suoi altri. Considerazioni a margine di un convegno “itinerante”, in «Biblioteche oggi», XV/1 (1997), pp. 66-69.

  11. Statuti cittadini e “Statutencodices”, in «Spolia. Informazioni, studi e ricerche sul Medioevo», <http://www.spolia.it/storia/diritto/1997/statuti.htm>.

  12. Teoria e pratica degli ipertesti, in «Spolia. Informazioni, studi e ricerche sul Medioevo», <http://www.spolia.it/informatica/1997/ipertesto.htm>.

  13. I Brevi del Comune e del Popolo di Pisa dell’anno 1287, Roma, Istituto Storico Italiano per il Medio Evo, 1998 (Fonti per la storia dell’Italia medievale. Antiquitates, 11).

  14. Per la datazione del “Breve Pisani Communis” della collezione della Biblioteca del Senato di Roma (Ms. Statuti 81), in «Bollettino storico pisano», LXVII (1998), pp. 113-128.

  15. Tracce di libri. La fine della biblioteca di Giuseppe Domenico Andreoni a Pisa nel 1696, in «Culture del testo», 10-11 (1998), pp. 87-99.

  16. Note intorno all’origine di uno “ius libellarium”, in «Archivio storico italiano», CLVI (1998), n. 577 – dispensa III, pp. 413-446.

  17. Da “massarii” a “romani”: note e congetture su un famoso documento longobardo (CDL, nr. 206, 767 aprile 9, Pistoia), in «Archivio storico italiano», CLVI (1998), n. 578 – dispensa IV, pp. 621-636.

  18. Rc. a Il “Quaternus rogacionum” del notaio Bongiovanni di Bonandrea (1308-1320), a cura di D. Rando e M. Motter, Bologna, Il Mulino, 1998 (Storia del Trentino. Serie II. Fonti e testi; 1), in «Archivio storico italiano», CLVI (1998), n. 578 – dispensa IV, pp. 781-783.

  19. Medievistica italiana e storia agraria: risultati e prospettive di una stagione storiografica, Convegno di studi: Montalcino 12-14 dicembre 1997, in «Quaderni storici», n.s. 98, 2, (1998), pp. 495-500.

  20. Rete e Medievistica. Un calendario telematico e un Polo Informatico Medievistico al Dipartimento di Storia dell’Università di Firenze, in «Spolia. Informazioni, studi e ricerche sul Medioevo», <http://www.spolia.it/informatica/1998/medievistica.htm>.

  21. “Hilfs-” e “Grundwissenschaften” storiche: appunti primi e minimi da una navigazione nelle reti tedesche, in «Scrineum. Saggi e materiali online di scienze del documento e del libro medievali», 1 (1999), <http://dobc.unipv.it/scrineum/ghignoli1.htm>.

  22. Pratiche di duplice redazione delle carta nella documentazione veronese del secolo XII, in «Archivio storico italiano», CLVII (1999), n. 581 – dispensa III, pp. 563-584.

  23. I trasferimenti patrimoniali nell’Europa occidentale (secoli VIII-X), in «Archivio storico italiano», CLVII (1999), n. 582 – dispensa IV, pp. 801-810.

  24. I Romani di CDL 206. Esercizio di diplomatica e storia su un documento longobardo, in «Reti medievali. Iniziative on line per gli studi medievistici», I-2000 / 1 maggio-dicembre, <http://www.storia.unifi.it/_RM/rivista/iper/romani.htm>.

  25. I fondi monastici come fonti per la storia della civiltà tardomedievale, in «Bollettino storico pisano», LXIX (2000), pp. 251-259.

  26. Il medioevo di Gaetano Salvemini, in «Quaderni medievali», 50 (2000), pp. 122-127.

  27. Karsten Uhde, Documenti in Internet. Forme di presentazione nuove d’antichi documenti d’archivio, [Tit. orig. Urkunden im Internet – Neue Präsentationsformen alter Archivalien, in «Archiv für Diplomatik», 45 (1999), pp. 441-464, trad. italiana ed elaborazione ipertestuale a cura di Antonella Ghignoli], in «Scrineum. Saggi e materiali online di scienze del documento e del libro medievali», 2, (2000), <http://dobc.unipv.it/scrineum/kuhde.htm>

  28. Lo “Scrineum” di scienza del documento e del libro medievali in rete, in «Spolia. Informazioni, studi e ricerche sul Medioevo», <http://www.spolia.it/codicologia/2000/scrineum.htm>.

  29. The Scrineum of Medieval Text and Book Sciences on the Internet, in «Journal of the Association of History and Computing», III, n. 1, April 2000, <http://mcel.pacificu.edu/JAHC/JAHCIII1/E-JOURNALS/scrineum.html>.

  30. “Siete savio, sapete che ci chade a ffare”. Lettere da Pisa a un frate senese del primo Trecento, in Scrivere il medioevo: lo spazio, la santità, il cibo. Un libro dedicato ad Odile Redon, a cura di B. Laurioux e L. Moulinier-Brogi, Roma, Viella, 2001, pp. 233-248.

  31. Fedor Schneider, Siena città libera imperiale, con un saggio di Arnold Esch, Siena, Protagon Editori Toscani, 2002, [Tit. orig. Regesten der Urkunden von Siena. I: bis zum Frieden von Poggibonsi. 713- 30. Juni 1235. Einleitung, Roma, E. Loescher-W. Regenberg, 1911, trad. italiana di Antonella Ghignoli].

  32. Rc. a Bayerische Staatsbibliothek, Digitale Bibliothek-Sammlungen
    Regesta Imperii.Urkundenverzeichnis zu den deutschen Königen und Kaisern (760-1516)-Prototyp
    , in «Reti medievali. Iniziative on line per gli studi medievistici», III- 2002, 2, luglio-dicembre, <http://www.dssg.unifi.it/_RM/rivista/recensio/ghignoli-regesta.htm>

  33. Rc. a Die Urkunden der Merowinger, nach Vorarbeiten von Carlrichard Brühl (†), hrsg. von Th. Kölzer, Hannover 2001 (Monumenta Germaniae Historica, Diplomata regum francorum e stirpe merovingica), in «Archivio storico italiano», CLX (2002), n. 594 – dispensa IV, pp. 797-801.

  34. Due lettere pisane del 1319, in «Bollettino dell’Opera del Vocabolario Italiano», VII (2002), pp. 372-395 (in collaborazione con Pär Larson).

  35. Le discipline editoriali: paleografia, diplomatica, codicologia [versione 1.0 gennaio 2003], in «Reti medievali. Repertorio», <http://www.rm.unina.it/repertorio/paleogra.html>.

  36. Gli archivi degli eremiti di Siena, in Ermites de France et d’Italie (XIe-XVe siècles), Actes du colloque organisé par l’École française de Rome à la Certosa di Pontignano (5-7 mai 2000) avec le patronage de l’Université de Sienne, Rome, École française de Rome, 2003, pp. 255-276.

  37. Rc. a Regesti dei documenti dell’Italia meridionale. 570-899, a cura di J.-M. Martin, E. Cuozzo, S. Gasparri e M. Villani, Rome, École française de Rome, 2002 (Sources et documents d’histoire du Moyen Âge, 5), pp. 848, in «Archivio storico italiano», CLXII (2004), n. 560 – dispensa II, pp. 357-359.

  38. Carte della Badia di Settimo e della Badia di Buonsollazzo nell’Archivio di Stato di Firenze (998-1200), Firenze, Sismel – Edizioni del Galluzzo, 2004 (Memoria Scripturarum, 2), LXIV + 330 pp., 17 tavv. (con la collaborazione per le Appendici di A.R. Ferrucci).

  39. Su due famosi documenti pisani dell’VIII secolo, in «Bullettino dell’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo», 106/2 (2004), pp. 1-69.

  40. Una retrospettiva: chiese locali, vescovi e notai tra VIII e XI secolo, in Chiese e notai (secoli XII-XV), in «Quaderni di storia religiosa», XI (2004), pp. 25-49.

  41. Istituzioni ecclesiastiche e documentazione nei secoli VIII-XI. Appunti per una prospettiva, in «Archivio storico italiano», CLXII (2004), n. 601 – dispensa IV, pp. 619-666.

  42. Biblioteca degli Ardenti di Viterbo, ms. II.A.VI.5: il libro, in Il Ms. II.A.VI.5 della Biblioteca degli Ardenti di Viterbo. Dal restauro alla digitalizzazione, a cura del Laboratorio di Restauro della Provincia di Viterbo, Roma, Regione Lazio-Soprintendenza ai Beni Archivistici e Librari, 2005 [supporto DVD].

  43. W. Milde, De captu lectoris, o dell’effetto del libro [Tit. orig. De captu lectoris. Von der Wirkung des Buches in De captu lectoris. Wirkungen des Buches im 15. und 16. Jahrhundert dargestellt an ausgewählten Handschriften und Drucken, Berlin-New York, 1988], trad. italiana di A. Ghignoli in Tamquam Explorator. Percorsi orizzonti e modelli per lo studio dei libri, a cura di M.C. Misiti, Vecchiarelli, Manziana, 2006, pp. 135-163.

  44. Carte dell’Archivio Arcivescovile di Pisa. Fondo Arcivescovile. I (720-1100), Pisa, Pacini Editore, 2006 (Biblioteca del «Bollettino Storico Pisano». Fonti, 12/1), XXIX + 544 pp.

  45. Eleventh Century Astronomical Events as Recorded in Contemporary European Sources, in Sociétè Européenne pour l’Astronomie dans la Culture (SEAC), Proceedings of the International Conference on Archaeoastronomy (Rhodes, Greece, 6th-10th April 2006) (= «Mediterranean Archaeology and Archaeometry. International Journal», Special Issue, 6 (2006), n. 3, pp. 61-66) (in collaborazione con Vito Francesco Polcaro).

  46. Rc. a Bayerische Staatsbibliothek. Projektbereich ‘Digitale Tafelwerke Pilotprojekt Digitalisierung Sybel/Sickel’: “Kaiserurkunden in Abbildungen”, in «Reti Medievali – Rivista», VII-2006, 2, luglio-dicembre, <http://www.dsg.unifi.it/_RM/rivista/recensio/Ghignoli.htm>.

  47. Rc. a Recueil des rouleaux des morts (VIIe siècle – vers 1536). Volume premier (VIIIe siècle-1180), publié sous la dir. de J. Favier par J. Dufour, Paris 2005, in «Archivio Storico Italiano», CLXIV (2006), n. 610 – dispensa IV, pp. 765-768.

  48. Noterelle intorno a un ‘libro domenicano’ (Ancora sulla Bibbia detta di San Tommaso), in «Biblioteca e Società», XXVI – 4 fasc. (2007), pp. 15-18.

  49. Diplomatica, in Biblioteconomia. Guida classificata, diretta da M. Guerrini, con la collaborazione di G. Crupi, a cura di S. Gambari e V. Frustaci, Milano, Editrice Bibliografica, 2007, pp. 909-914.

  50. Repromissionis pagina. Pratiche di redazione della charta a Pisa nel secolo XI, in «Scrineum-Rivista», 4 (2006-2007), pp. 36-106 <a href=“<http://scrineum.unipv.it/rivista/4-2007/ghignoli-pisa.pdf”><http://scrineum.unipv.it/rivista/4-2007/ghignoli-pisa.pdf>.

  51. Johann Christoph Gatterer: per un saggio di bibliografia diplomatica, (in collaborazione con Angelo Bernasconi), in Una mente colorata. Studî in onore di Attilio Mauro Caproni per i suoi 65 anni, promossi, raccolti, ordinati da Piero Innocenti, curati da Cristina Cavallaro, Roma, Il libro e le letterature; Manziana, Vecchiarelli Editore, 2007, pp. 575-591.

  52. Rc. a S. Ragg, Ketzer und Recht, Hannover 2006, in «Archivio Storico Italiano», N. 615, I disp., CLXVI (2008), pp. 121-123.

  53. Coluccio Salutati, /Procura generalis, in Coluccio Salutati e l’invenzione dell’Umanesimo. Catalogo della mostra, Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana 2 novembre 2008-30 gennaio 2009, a cura di T. De Robertis, G. Tanturli, S. Zamponi, Firenze, Mandragora, 2008 pp. 307-308.

  54. Rc. a Hannes Obermair, Bozen Süd – Bolzano Nord. Schriftlichkeit und urkundliche Überlieferung der Stadt Bozen bis 1500, in «Archivio Storico Italiano», CLXVI, IV disp. (2008), pp. 767-771.

  55. Eleventh Century Supernovae: Another Way to Read the European Sources from the Middle Ages/ (in collaborazione con F. V. Polcaro e A. Martocchia), in Astronomy and Cosmology in Folk Traditions and Cultural Heritage, ed. by J. Vaiškūnas, Klaipeda, 2008 = «Archaeologia Baltica», 10, 2008, pp. 110-114.

  56. Libellario nomine: rileggendo i documenti pisani dei secoli VIII-X, in «Bullettino storico italiano per il medio evo», 111 (2009), pp. 1-62.

  57. La spiegazione storica: dibattiti recenti, in «Bullettino storico italiano per il medio evo», 111 (2009), pp. 464-481.

  58. “Mit dem photographischen Apparate bin ich von Archiv zu Archiv gewandert”. La fotografia e gli studi di diplomatica nel riflesso dell’impresa editoriale delle Kaiserurkunden in Abbildungen (1880-1891), in Fotografie als Instrument und Medium der Kunstgeschichte, hrsg. C. Caraffa, Berlin, Deutscher Kunstverlag, 2009, pp. 145-155.

  59. Italienische Forschungen und Urkundeneditionen zur Zeit Karls IV., in Die goldene Bulle. Politik – Wahrnehmung- Rezeption, hrsg. von U. Hohensee, M. Lawo, M. Lindner, M. Menzel und O.B. Rader, Berlin, Akademie Verlag, 2009 (Berichte und Abhandlungen, hrsg. von der Berlin-Brandenburgische Akademie der Wissenschaften, Sonderband 12), Band II, pp. 805-834.

  60. Un testo, un notaio, due abbazie: la falsa pagina decreti di Ugo dei Cadolingi per la Badia di Settimo (1091) e di Matilde di Canossa per la Badia di Marturi (1099), in In uno volumine. Per i 70 anni di Cesare Scalon, a cura di L. Pani, Udine, Forum, pp. 287-309.

  61. Koinè, influenze, importazioni transalpine nella documentazione ‘privata’ dei secoli VII-VIII: lo stato dell’arte, in Le Alpi porta d’Europa. Scritture, uomini, idee da Giustiniano al Barbarossa, Convegno internazionale dell’Associazione Italiana dei Paleografi e Diplomatisti (Cividale, 5-7 ottobre 2006), Spoleto, CISAM, 2009 pp. 83-110.

  62. Le ricerche sui diplomi regi e imperiali dell’Archivio arcivescovile e dell’Archivio capitolare di Lucca, in Il patrimonio documentario della chiesa di Lucca. Prospettive di ricerca. Atti del Convegno internazionale di Studi (Lucca, Archivio arcivescovile, 14-15 novembre 2008), a cura di S. Pagano e P. Piatti, Firenze, Sismel-Edizioni del Galluzzo, 2010, pp. 109-129.

  63. Rc. a: Elda Biggi, Monasterium de vivo Fonte. Le pergamene medievali di S. Paolo fuori le Mura in Roma, in «Studi medievali», Serie Terza, Anno LII, fasc. 1 (2011), pp. 431-435

  64. Diffusione e ‘pubblicazione’ dei testi in ambito documentario, «Medioevo e Rinascimento», 25, n.s. 22 (2011), pp. 199-221.

  65. Elementi romani nei documenti longobardi? (in collaborazione con François Bougard), in L’héritage byzantin en Italie (VIIIeXIIe siècle) I. La fabrique documentaire, Études réunies par J.-M. Martin, A. Peters-Custot, V. Prigent, Rome, École française de Rome, 2011, pp. 241-301 (Collection de l’École française de Rome, 449).

  66. Il misterioso destinatario italiano di un falso diploma di Ludovico il Pio tra le carte di Cluny: S. Pietro de Aliano in Tuscia, in «Archiv für Diplomatik» 57 (2011), pp. 49-62.

  67. Testi digitali: nuovi media e documenti medievali (in collaborazione con Michele Ansani), in Les historiens et l’informatique : un métier à réinventer. Actes de l’atelier ATHIS VII organisé par l’École française de Rome avec le concours de l’ANR, Rome, 4-6 décembre 2008, études réunies par Jean-Philippe Genet et Andrea Zorzi, Rome, École française de Rome, 2011, pp. 73-86 (Collection de l’École française de Rome, 444).

  68. Ma Federico II si è occupato di astronomia?, in «Books seem
    to me to be pestilent things». Studî in onore di Piero Innocenti per i suoi 65 anni
    , a cura di C. Cavallaro, tomi con paginazione continua, Manziana, Vecchiarelli, 2011, pp. 1083-1096.

  69. I ‘quaterni’ di ser Vigoroso (1259-1299), in Storie di cultura scritta. Studi per Francesco Magistrale, a cura di P. Fioretti, Spoleto, Centro italiano di studi sull’alto medioevo, 2012 (Collectanea, 28), pp. 479-497.

  70. Tradizione e critica del testo, una variante documentaria: il diploma di Ottone I per il fedele Ingo (D O. I. 371), in Sit liber gratus, quem servulus est operatus. Studi in onore di Alessandro Pratesi per il suo 90° compleanno, a cura di P. Cherubini e G. Nicolaj, Città del Vaticano, Scuola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica, 2012, (Littera Antiqua 19), tomo I, pp. 231-247, ISBN 978-88-85054-25-7

  71. Un testo edito in restauro. Il praeceptum di Benedetto VIII per Giovanni, ostiario del Sacro Palazzo Lateranense, e sua moglie Romana (PUU 518), in Roma e il papato nel medioevo. Studi in onore di Massimo Miglio. I. Percezioni, scambi, pratiche, a cura di A. De Vincentiis, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2012 (Raccolta di studi e testi, 275), pp. 97-112, ISBN 978-88-6372-438-7.

  72. Aspetti di vita eremitica tra Umbria e Toscana nei secoli XIII-XV, in «Studi storici dell’Ordine dei Servi di Maria», LXI-LXII, tomo II (2011-2012), pp. 637-648.

  73. Filologia e storia nelle edizioni dei Monumenta Germaniae Historica da Theodor Sickel a Paul Fridolin Kehr (1879-1940), in Contributi. IV Settimana di studi medievali. Roma, 28-30 maggio 2009, a cura di V. De Fraja e S. Sansone, premessa di M. Miglio, Roma, Istituto storico italiano per il medio evo, 2012 (Quaderni della Scuola nazionale di studi medievali. Fonti, studi e sussidi, 4), pp. 83-91.

  74. Le edizioni per la storia delle città toscane dalla metà degli anni Sessanta a oggi: un bilancio per le carte e le fonti diplomatiche, in Per la storia delle città toscane. Bilancio e prospettive delle edizioni di fonti dalla metà degli anni Sessanta a oggi. Atti del Convegno, Firenze, 9-11 febbraio 2011, a cura di A. M. Pult Quaglia e A. Savelli, Firenze, Consiglio Regionale della Toscana, 2013 (Edizioni dell’Assemblea, 76), pp. 15-28. ISBN 978-88-89365-21-2

  75. Segni di notai. Scrivere per note e per segni in testi di chartae pisane dei secoli VIII-XI, in «Bullettino dell’Istituto storico italiano per il medio evo», 115 (2013), pp. 45-95.

  76. Scrittura e scritture del notariato ‘comunale’. Casi toscani in ricerche recenti, in Notariato e medievistica. Per i cento anni di Studi e ricerche di diplomatica comunale di Pietro Torelli. Atti delle giornate di studi (Mantova, Accademia Nazionale Virgiliana, 2-3 dicembre 2011, a cura di I. Lazzarini e G. Gardoni, Roma, Istituto storico italiano per il Medioevo, 2013 (Nuovi studi storici, 93), pp. 313-332.

  77. Sources and Persons of Public Power in 7th-11th Century Italy: The Idea of Italia Regia and the Italia Regia Project , in Digital diplomatics. The Computer as a Tool for the Diplomatist?, edd. A. Ambrosio, S. Barret, G. Vogeler, Köln u.a., Böhlau Verlag, 2014 (Archiv für Diplomatik, Beiheft 14), pp. 109-121, ISBN 978-3-412-22280-2.

  78. Il promemoria di censi di uno spedale senese (della fine, forse, del secolo XI), in Honos alit artes. Studi per il settantesimo compleanno di Mario Ascheri, a cura di P. Maffei e G. M. Varanini, Firenze, Firenze University Press, 2014 (Reti Medievali. E-Book; 19/II), pp. 315-324. ISBN 978-88-6655-630-5.

  79. Il codice e i testi. Per una fenomenologia del codice statutario a Pisa fra XIII e XIV secolo, in «Mélanges de l’École française de Rome. Moyen Âge», [ en ligne] 126-2 (2014), http://mefrm.revues.org/2095.

  80. Uberto, vescovo di Parma, e la sua scrittura, «Archiv für Diplomatik, Schriftgeschichte und Wappenkunde», 61 (2015), pp. 55-96.

  81. A. Ghignoli, W. Huschner, M. U. Jaros (Hgg.), Europäische Herrscher und die Toskana im Spiegel der urkundlichen Überlieferung. I sovrani europei e la Toscana nel riflesso della tradizione documentaria (800-1100) , Leipzig, Eudora Verlag, 2016 (Italia Regia, 1), 272 pp., ISBN 978-3-938533-33-8.

  82. Writing Texts, Drawing Signs. On Some Non-alphabetical Signs in Charters of the Early Medieval West , in «Archiv für Diplomatik», 62 (2016), pp. 11-40.

  83. (con F. Bougard e W. Huschner) Premessa alla collana/Vorwort zur Reihe/Avant-propos à la collection Italia Regia. Fonti e ricerche per la storia medievale (IR), in A. Ghignoli, W. Huschner, M. U. Jaros (Hgg.), Europäische Herrscher und die Toskana im Spiegel der urkundlichen Überlieferung. I sovrani europei e la Toscana nel riflesso della tradizione documentaria (800-1100) , Leipzig, Eudora Verlag, 2016 (Italia Regia, 1), pp. 9-10.

  84. Italia Regia-Etruria-Lucca. Un nuovo diploma per l’abbazia di S. Salvatore a Sesto: D O. I. 270, in A. Ghignoli, W. Huschner, M. U. Jaros (Hgg.), Europäische Herrscher und die Toskana im Spiegel der urkundlichen Überlieferung. I sovrani europei e la Toscana nel riflesso della tradizione documentaria (800-1100), Leipzig, Eudora Verlag, 2016 (Italia Regia, 1), pp. 59-76.

  85. «Ut memoria eorum perdatur». La biblioteca di Giangirolamo Monferrato e l’Indice dei libri proibiti di Paolo IV, in «Rivista di Storia della Chiesa in Italia», (2016) /1, pp. 45-71.

  86. Il sistema informatico del progetto ‘Italia Regia’. Risultati per la Toscana, in A. Ghignoli, W. Huschner, M. U. Jaros (Hgg.), Europäische Herrscher und die Toskana im Spiegel der urkundlichen Überlieferung. I sovrani europei e la Toscana nel riflesso della tradizione documentaria (800-1100), Leipzig, Eudora Verlag, 2016 (Italia Regia, 1), pp. 211-222.

  87. Il diploma di Ottone II per Pietro, vescovo di Fiesole (D O. II.277), in A. Ghignoli, W. Huschner, M. U. Jaros (Hgg.), Europäische Herrscher und die Toskana im Spiegel der urkundlichen Überlieferung. I sovrani europei e la Toscana nel riflesso della tradizione documentaria (800-1100), Leipzig, Eudora Verlag, 2016 (Italia Regia, 1), pp. 235-242.

  88. Il diploma di Corrado II per Iacopo, vescovo di Fiesole (D Ko. II. 78), in A. Ghignoli, W. Huschner, M. U. Jaros (Hgg.), Europäische Herrscher und die Toskana im Spiegel der urkundlichen Überlieferung. I sovrani europei e la Toscana nel riflesso della tradizione documentaria (800-1100), Leipzig, Eudora Verlag, 2016 (Italia Regia, 1), pp. 243-250.

  89. «Chartacea supellex». L’inventario dei libri di Celio Calcagnini, Roma, Istituto storico italiano per il medio evo (Nuovi Studi Storici, 101), pp. 334, ill., ISBN 978-88-98079-49-0
    <http://www.isime.it/index.php/pubblicazioni/nuovi-studi-storici/chartacea-supellex-1041>
  90. Rec. a M. Mersiowsky, Die Urkunde in der Karolingerzeit. Originale, Unrkundenpraxis und politische Kommunikation, in «Archivio Storico Italiano» in corso di stampa

  91. (con Livia Briasco) Dalla Firenze dell’età di Dante alla Biblioteca di Niccolò V. I rogiti di ser Iacopo di ser Alberto Amizzini nel ms. Vaticano Latino 773, in «Archivio storico italiano», II disp. (2017), in corso di stampa.

  92. Diplomi dei Salii per la Chiesa arcivescovile di Ravenna e critica del testo nel lavoro dello storico, in Herrscherurkunden für Empfänger in Lothringen, Oberitalien und Sachsen (9.-12. Jahrhundert). Diplomatische und historische Forschung, hrsg. von W. Huschner und Th. Kölzer in Verbindung mit M. Schmidt und K. Viehmann , Leipzig, Eudora Verlag (Italia Regia, hrsg, von F. Bougard, A. Ghignoli, W. Huschner, 2), in corso di stampa (uscita prevista: marzo 2017).

  93. „Die Geschichte jeder Urkunde“. Diplomi in originale, diplomi in copia negli archivi di destinatari della Toscana orientale, in Originale-Fälschungen-Kopien. Kaiser- und Königsurkunden für Empfänger in Deutschland und Italien, (9.-11. Jahrhundert) und ihre Nachwirkungen im hoch- und spätmittelatler (bis ca. 1500), Leipzig, Eudora Verlag (Italia Regia III), in corso di stampa (uscita prevista: marzo 2017).

  94. La paleografia e la diplomatica di Cesare Paoli, in Agli inizi della storiografia medievistica in Italia, a cura di R. Delle Donne, Reti Medievali – Firenze University Press, in preparazione.

  95. (in collaborazione con T. De Robertis e S. Zamponi) Un nuovo papiro latino del VI secolo in De la herencia romana a la procesal castellana. Diez siglos de cursividad". Actas del IV Encuentro Internacional del Seminario permanente “escrituras cursivas”. Sevilla, 22 maggio 2009, Sevilla, in corso di stampa.
  96. The Woman Who Mistook Her Hat for a Hair. Essays on Criticism and History, in press.

Ultima modifica: 11 marzo 2017 13:19

Up torna su