Flavia De Rubeis

Laureata nel 1987 in Paleografia latina all’Università di Roma «La Sapienza», dopo aver insegnato Paleografia latina ed Epigrafia medievale presso le università di Roma Tre, Arezzo-Siena, Napoli, Padova e Venezia, dall’a.a. 2005-2006 presta servizio come professore associato in Paleografia latina presso l’Università di Venezia «Ca’ Foscari».
Linee di ricerca
1) Scritture librarie e documentarie altomedievali
Ha pubblicato, per la collana delle Chartae Latinae Antiquiores, II serie, due volumi relativi alla città di Piacenza nella seconda metà del secolo IX, con introduzione paleografica sulle scritture notarili e le loro interazioni con le scritture librarie italo settentrionali del sec. IX. Partendo dalle considerazioni espresse in queste due sedi, sul tema delle scritture minuscole sulla medesima cronologia ha esteso la riflessione alla produzione italo settentrionale in area veronese. Ha discusso i temi di questa specifica ricerca al Convegno dell’Associazione Italiana Paleografi e Diplomatisti, “Le Alpi porta dell’Europa. Scritture, uomini, idee da Giustiniano al Barbarossa”, Cividale del Friuli, 5-7 ottobre 2006 e presso la Pontificia Accademia Romana di Archeologia, Sala dello Studio Rotale, Palazzo della Cancelleria, Roma, il giorno 10 novembre 2004.
Si è occupata della minuscola “beneventana” proponendo una retrodatazione del periodo di formazione e “normalizzazione” di questa scrittura alla fine del secolo VIII. Lo studio è stato presentato nel 2002 al XVI Congresso Internazionale di Studi sull’Alto Medioevo “I Longobardi dei Ducati di Spoleto e Benevento”.
Sui temi di queste ricerche ha tenuto seminari presso l’Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne – LAMOP, nel corso degli AA.AA. 2008-2009 e 2010-2011 e Poitiers, Centre d’Etudes Supérieures de Civilisation Médiévale, nel corso dell’A.A. 2009-2010.
All’alfabetizzazione altomedievale e in particolare alle scritture prodotte in ambito monastico, ha dedicato, nell’ambito del ciclo di Seminari Internazionali su “I monasteri nell’alto medioevo” da lei ideato, il 3° Seminario Internazionale “I monasteri nell’alto medioevo”: Le scritture dai monasteri, tenutosi a Roma 6-9 maggio 2002 (poi pubblicato nella collana Acta Instituti Romani Finlandiae, vol. 29), presso l’Institutum Romanum Finlandiae.
La ricerca prosegue con gli studi dedicati a manufatti recanti graffiti altomedievali prodotti in Italia per i secoli VII-IX distribuiti in contesti veronesi e milanesi e destinati a pubblicazione nel corso dell’anno 2013 (Santi Fermo e Rustico, Verona; Monastero di Torba e S. Maria di Castelseprio, Milano).
2) Scritture epigrafiche dalla tarda antichità alla fine del medioevo
E’ responsabile scientifica per il Veneto della serie di pubblicazioni delle Inscriptiones Medii Aevi Italiae edita dal Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo di Spoleto. Nella collana ha pubblicato il volume 3°, dedicato alle province di Belluno, Treviso, Vicenza, edito nel 2011. In lavorazione per la medesima collana i volumi relativi alla città di Venezia e alla sua provincia, nonché, per l’aspetto epigrafico e paleografico, il volume della città di Verona e la sua provincia.
Sul tema della scrittura in ambito epigrafico ha lavorato sulle cronologie alte del Medioevo con particolare riferimento alla produzione di età longobarda italo settentrionale e italo meridionale, nonché alla produzione legata alla città di Roma, presentando questi temi di ricerca in occasione di seminari tenuti per l’A.A. 2001-2002 presso il Paderborner berufsbezogenes Mittelalterkolleg “Kloster und Welt im Mittelalter”, Universitat Paderborn, DE; nel corso degli AA.AA. 2008-2009 e 2010-2011 presso l’Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne – LAMOP; nel corso dell’A.A. 2009-2010 presso l’Université de Poitiers, Centre d’Etudes Supérieures de Civilisation Médiévale e a Bruxelles, Université Libre de Bruxelles; da ultimo, 3-4 maggio 2012, in occasione del convegno “Memoria poetica e poesia della memoria. Incontro di studi sulla versificazione epigrafica dall’antichità classica all’umanesimo”, Dipartimento di studi umanistici, Venezia.
Ha esteso l’analisi alle scritture prodotte in ambito europeo franco-carolingio. Su questo tema è responsabile della edizione dell’interno corpus epigrafico del monastero carolingio di Muestair (CH), con particolare riferimento alla contestualizzazione grafica dei manufatti ivi prodotti e conservati. I primi risultati sono stati presentati in occasione del Kolloquium in Muestair 13 – 16 giugno 2012, “Wandel Und Konstanz in Churraetien. Politische und kulturelle Veränderungen zwischen Bodensee und Lombardei zur Zeit Karls des Grossen”.
Lo studio sulle scritture in uso tra tarda antichità e alto medioevo in ambito epigrafico è parte integrante del Wittgenstein Projekt 2005-2009, III. Texte und Identitäten. Quellenstudien zur Identitätsbildung, sez. f, Inschriften, sezione della quale è responsabile, Österreichischen Akademie der Wissenschaften di Vienna, i cui risultati sono in corso di stampa nel volume Strategies of Identification: Early Medieval Perspectives, Series: Cultural Encounters in Late Antiquity and the Middle Ages, Vol.13, a c.di Walter Pohl – Gerda Heydemann, Vienna – Tournhout, Brepols, pubblicazione prevista 2013.
A cronologie successive ha dedicato studi a partire dalla capitale romanica fino alla fine della gotica epigrafica e le ricerche sono state presentate al II Coloquio Internacional de Epigrafía Medieval, 11-19 settembre 2006, Universidad de León-Université de Poiteirs, León 11-19 settembre 2006, nonché nel corso dei seminari tenuti a León, Universidad de León, presso l’Instituto de Humanismo y Tradición Clasica, nell’A.A. 2010-2011.
Nell’ambito delle ricerche sulle scritture epigrafiche partecipa del progetto PRIN, sede Venezia, sul tema “Memoria poetica e poesia della memoria. Ricorrenze lessicali e tematiche nella versificazione epigrafica e nel sistema letterario”, bando 2010-2011, finanziato.
3) Scritture librarie e scritture epigrafiche: possibilità di interazione.
Ha condotto studi sulle interazioni tra scritture prodotte in ambito librario e scritture prodotte in ambito epigrafico. Il tema di ricerca che attraversa la complessiva produzione epigrafica e libraria tra tarda antichità e fine del medioevo, è stato di volta in volta esaminato in contesti monastici per l’alto medioevo (Montecassino, San Vincenzo al Volturno, San Gallo, Bobbio, ecc); in area franca per il secolo VIII-IX; in Italia e in Francia nel corso dei secoli XII-XIV. Aspetto caratterizzante questo specifico tema è lo studio comparato delle scritture “distintive” dei manoscritti e le coeve produzioni scrittorie epigrafiche.
Sui temi di questa linea di ricerca ha effettuato conferenze nell’ambito del Seminario dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici su Le città monastiche medievali in Europa: il caso di San Vincenzo al Volturno, tenutosi a Pescocostanzo il 23-27 agosto 1995, all’incontro della European Science Foundation tenutosi a Isernia – San Vincenzo al Volturno – Montecassino dal 28 giugno al 3 luglio 1997; ha tenuto inoltre seminari presso Lione, Université Lyons 3, a.a. 2009-2010; Parigi, Université Nanterres-La Defense, sez. Atelier du livre, Saint-Cloud, seminario a.a. 2009-2010.
Sul tema delle interazioni tra scritture epigrafiche e scritture librarie, partecipa del progetto PRIN, sede Venezia, “Memoria poetica e poesia della memoria. Ricorrenze lessicali e tematiche nella versificazione epigrafica e nel sistema letterario”, bando 2010-2011, finanziato.
È stata responsbile per il Wittgenstein Projekt 2005-2009, III. Texte und Identitäten. Quellenstudien zur Identitätsbildung, sez. f, Inschriften, Österreichischen Akademie der Wissenschaften di Vienna.
4) Cultura scritta e società: problemi di alfabetizzazione, produzione grafica e committenza tra alto medioevo a basso medioevo.
Caratterizza questo tema di ricerca lo studio delle relazioni esistenti tra produzioni epigrafiche, librarie, documentarie e le società che le hanno generate; i rapporti tra committenti e produzioni grafiche; il ruolo assegnato alla produzione scrittoria (forme grafiche, impaginazione e contenuti) nelle strategie di autorappresentazione e di ostentazione da parte delle élites sociali altomedievali. Sotto questo profilo, l’analisi è stata portata fino alla prima età moderna, con il caso della Basilica di San Pietro in Vaticano e il programma “epigrafico” grafico-testuale effettuato sulla basilica post-costantiniana.
I temi della ricerca sono stati sviluppati nel corso di seminari effettuati nel corso degli AA.AA. 2008-2009 e 2010-2011 presso l’Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne – LAMOP; nel corso dell’A.A. 2009-2010, a Lione, Université Lyons 3, a Parigi, Université Nanterres-La Defense, sez. Atelier du livre, Saint-Cloud, e Poitiers, Centre d’Etudes Supérieures de Civilisation Médiévale.
Alcuni dei temi di questa specifica linea di ricerca sono stati presentati anche in occasione degli incontri internazionali “Normes et hagiographie”, Lyon Université Jean Moulin, 4, 5 et 6 octobre 2010, organizzato da Hagiographie et Histoire: atelier français de recherches sur l’hagiographie médiévale”; “Autour du règne de Clovis. La mort des grands dans l’Europe du premier Moyen Âge. Histoire et archéologie”, XXXIIe journées internationales d’archéologie mérovingienne, organisées par l’Université de Paris Ouest Nanterre – La Défense et l’Association française d’Archéologie mérovingienne (AFAM), Musée d’Archéologie nationale (Saint-Germain-en-Laye), 3-5 novembre 2011.
La ricerca fa parte del progetto del progetto PRIN, sede Venezia, sul tema “Memoria poetica e poesia della memoria. Ricorrenze lessicali e tematiche nella versificazione epigrafica e nel sistema letterario”, bando 2010-2011, finanziato.

Partecipazione a convegni e seminari di studio su invito e con pubblicazione
- Giornata di Studi sul tema Il francescanesimo in Abruzzo: aspetti storici e artistici, Convento dei Francescani in Castelvecchio Subequo (AQ), 8 ottobre 1988.
- Convegno nazionale di studi Cosimo Fanzago e il marmo commesso fra Abruzzo e Campania nell’età barocca, Pescocostanzo e Sulmona (AQ), 25-27 ottobre 1992
- Convegno San Vincenzo al Volturno nel Molise, un’Abbazia di tredici secoli in una Regione di trent’anni. Convegno di studio sulla città monastica, Castel San Vincenzo e Rocchetta a Volturno (Isernia), 8 e 9 ottobre 1994.
- Seminario dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici “Le città monastiche medievali in Europa: il caso di San Vincenzo al Volturno” , Pescocostanzo (AQ), 23-27 agosto 1995.
- Seminario della European Science Foundation, Isernia – San Vincenzo al Volturno – Montecassino dal 28 giugno al 3 luglio 1997
- Seminario internazionale sul tema “Il San Salvatore di Brescia, nuove interpretazioni”, Brescia, 9-10 novembre 1997.
- Convegno Internazionale “Paolo Diacono. Uno scrittore fra tradizione longobarda e rinnovamento carolingio”, Cividale del Friuli-Udine, 6-9 maggio 1999.
- II Euroconference “Poetry in early Medieval Europe. Manuscripts, language and music of the Latin Rhytmical Texts”, Ravello, 9-12 settembre 1999.
- VIII Colloquio Internazionale sul tema “Carolingian Europe”, International Research Center for Late Antiquity and Middle Ages Motovun and Museum of Croatian Archeological Monuments, Pore – Split, 23 – 27 maggio 2001
- Convegno Internazionale “Die Langobarden. Herreschaft und Identitat. Internationales Symposion, Wien, 2-4 Novembre 2001.
- Convegno Culto e arte in Santa Giulia, Brescia, 9 novembre 2001.
- Convegno Internazionale “Salvarsi l’anima, perpetuare la famiglia. Les transfers patrimoniaux en Europe occidentale, IV (VIIIe-Xe siècle)”, Padova 3-5 ottobre 2002.
- Convegno Internazionale di Studi “Paolino di Aquileia e il contributo italiano all’Europa carolingio”, , Cividale del Friuli-Premariacco, 10-13 ottobre 2002.
- XVI Congresso Internazionale di Studi sull’Alto Medioevo “I Longobardi dei Ducati di Spoleto e Benevento”, Spoleto 20-23 ottobre 2002-Benevento 24-27 ottobre 2002.
- VII Convegno di Studi Storici sull’Italia Benedettina “Il monachesimo italiano dall’età longobarda all’età ottoniana (secc. VIII-X)”, Abbazia di Nonantola, 9-13 settembre 2003.
- Colloque international “La vengeance. 400-1200”, Roma, 18-20 settembre 2003
- Convegno internazionale “Les élites au haut moyen age. Crises et renouvellements”, Roma 6-8 maggio 2004.
- Convegno Internazionale “Ineguali opportunità. La rappresentazione dell’agire femminile nell’alto medioevo europeo come strumento di valutazione politica (secoli VI-X)”, Padova 18-19 febbraio 2005.
- 12th International Colloquium of the IRC for late Antiquity and Middle Ages, sul tema “The Town in the Middle Ages”, Motovun, Croazia, 26-29 maggio 2005.
- XII Seminario sul Tardo Antico e l’Alto Medioevo “Archeologia delle strutture sociali nell’Italia altomedievale (V-IX secolo), Padova, 29 settembre-1 ottobre 2005
- Seminario Internazionale “774. Ipotesi su una transizione”, Poggibonsi (Siena), 16-18 febbraio 2006.
- II Coloquio Internacional de Epigrafía Medieval, 11-19 Septiembre 2006, León 11-19 settembre 2006.
- Convegno dell’Associazione Italiana Paleografi e Diplomatisti “Le Alpi porta dell’Europa. Scritture, uomini, idee da Giustiniano al Barbarossa”, Cividale del Friuli, 5-7 ottobre 2006
- Convegno Internazionale “La culture du Haut Moyen Age, une question d’elite”, 6-8 settembre 2007, Cambridge, Trinity College.
- Troisième Congrès international d’épigraphie médiévale “Épigraphie médiévale et culture manuscrite.”, Poitiers 2-4 settembre 2009, con una relazione dal titolo “Écritures d’apparat et inscriptions à Vérone au XIVe siècle” , in corso di stampa.
- Convegno “Fama e publica vox nel Medioevo”, Ascoli Piceno, dicembre 2009.
- Convegno internazionale “Strategies of Identification: Early Medieval Perspectives”, Vienna 8-10 dicembre 2010, con una relazione dal titolo “Scritture nazionali e aree culturali: le epigrafi tra forme, contenuti e trasmissioni testuali in Italia e nell’Europa altomedievale” in corso di stampa in “Early Medieval Perspectives, Series: Cultural Encounters in Late Antiquity and the Middle Ages”, Vol.13, a c.di Walter Pohl – Gerda Heydemann, Vienna – Tournhout, Brepols.
- Colloque international, Agôn. Performance et compétition (Ve-XIIe siècle), Francfort sur le Main, 16-18 giugno 2011.
- Congrès XXXIIe journées internationales d’archéologie mérovingienne “Autour du règne de Clovis. La mort des grands dans l’Europe du premier Moyen Âge. Histoire et archéologie”, 3-5 novembre 2011, con una relazione dal titolo “Modelli impaginativi tra Longobardi e carolingi”, in corso di stampa.
- Kolloquium “Wandel und Konstanz in Churraetien. Politische und kulturelle Veränderungen zwischen Bodensee und Lombardei zur Zeit Karls des Grossen”, Muestair 13-16 giugno 2012 con una relazione dal titolo “La scrittura a Mustair in età carolingia”, in corso di stampa.
- Convegno Internazionale “Der päpstliche Hof und sein Umfeld in epigraphischen Zeugnissen (700 – 1700)/ La corte papale e il suo ambiente nelle testimonianze epigrafiche (700-1700)”, Deutsches Historisches Institut in Rom / Istituto Storico Germanico di Roma, in cooperazione con l’Epigraphisches Forschungs- und Dokumentationszentrum des Historischen Seminars dell’Università di Monaco e il Historisches Seminar dell’Università di Zurigo, Roma, 5-7 luglio 2012.

Ulteriore attività scientifica
- Ha coordinato e curato la sezione “cultura scritta: documenti, manoscritti e epigrafi” per la mostra “Il Futuro dei Longobardi” tenutasi a Brescia in Santa Giulia di Brescia il 18 giugno – 19 novembre 2000
- Ha ideato, progettato e coordinato il ciclo di seminari internazionali “I monasteri nell’alto medioevo”: I Seminario Internazionale di studi “I monasteri nell’alto medioevo: archeologia e storia a confronto”, Venezia 18-19 maggio 2001; II Seminario Internazionale di studio “I monasteri nell’alto medioevo: Le scritture dai monasteri”, Roma, Institutum Romanum Finlandiae, Roma 9-10 maggio 2002; III Seminario Internazionale di Studi “I monasteri nell’alto medioevo: Topografia e strutture degli insediamento monastici dall’età carolingia all’età della riforma”, Castel San Vincenzo (IS) 23-26 settembre 2004.
- Ha curato la sezione “cultura scritta” della mostra “Ezzelini. Signori della Marca nel cuore dell’Impero di Federico II”, Bassano del Grappa, Palazzo Bonaguro, 16 settembre 2001-6 gennaio 2002.
- In collaborazione col Dipartimento di Storia dell’Università di Padova ha organizzato presso l’Università di Venezia, il Seminario “Verba volant scripta manent. Fonti scritte del Medioevo: progetti, metodi e prospettive di ricerca” (Venezia, 4-5 maggio 2009).
- Ha partecipato come collaboratore, al progetto internazionale « Les élites dans le haut Moyen Age occidental (Ve-XIe siècle): formation, identité, reproduction, diretto da Régine Le Jan, Università di Parigi 1, conclusosi nel 2010.
- Ha coordinato e curato, per la Regione Umbria, SAAAB, la sezione epigrafica della Pinacoteca Comunale di Bettona (Perugia) con catalogo.
- Ha coordinato e curato la sezione epigrafica medievale, per i Civici Musei di Brescia, con catalogo.
- Ha curato la sezione epigrafica medievale del Museo Nazionale Romano “Crypta Balbi” di Roma, per incarico dalla Soprintendenza Archeologica di Roma, con catalogo.
- E’ responsabile scientifica della sezione epigrafica della missione di scavo archeologica di San Vincenzo al Volturno (IS).
- E’ membro del comitato scientifico, e co-organizatrice della “European Summer School in Epigraphy – Poitiers (ESSEP) Erasmus Intensive Programme”, AA.AA. 2009-10, 2010-11. E’ responsabile e organizzatrice l’A.A. 2012-13 della sessione medievale di storia della tradizione grafica e epigrafica per il medesimo programma ESSEP che si terrà presso l’Università di Poitiers nella seconda metà di agosto 2013.
- In collaborazione con il Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità dell’Università di Padova, prof. Nicoletta Giovè, e il Dipartimento di Filosofia e Beni culturali dell’Università Ca’ Foscari-Venezia, dott. Stefano Riccioni, organizza il convegno “Epigrafia medievale: scritture, spazi e committenti. Incontro internazionale” per i giorni 21-22 marzo 2013.

Indirizzi

Dipartimento di Studi Umanistici. , Università «Ca'Foscari» - Venezia
Palazzo Malcanton Marcorà, Dorsoduro, 3484/D
30123 Venezia (VE)
telefono: 041 2349839
email: flavia.derubeis@unive.it

Pubblicazioni

  1. Testimonianze epigrafiche nella Contea di Celano, in Architettura e Arte nella Marsica, 1984-1987, II, Arte, Roma 1987, pp. 101-105.

  2. Rc. del Convegno L’età dell’abate Desiderio, Montecassino, 4-8 ottobre 1987, in «Quaderni Medievali», 25 (1988), pp. 191-196.

  3. Scritture affrescate nella cappella di San Francesco a Castelvecchio Subequo, in «Bullettino della Deputazione Abruzzese di Storia Patria», LXXXI (1991), pp. 339-355.

  4. Le epigrafi di Pescocostanzo, in «Bullettino della Deputazione Abruzzese di Storia Patria», LXXXII (1992), pp. 131-174.

  5. Civiltà della scrittura e mondo dei simboli, in Pescocostanzo. Città d’arte sugli Appennini, a cura di F. Sabatini, Pescara 1992, pp.131-136.

  6. Blasonario Subequano, Sulmona 1994 (Gruppo Archeologico Superequano, Quaderno 9).

  7. La ricerca storica di Gaetano Sabatini, in Cosimo Fanzago e il marmo commesso fra Abruzzo e Campania in età barocca, Atti del Convegno Pescocostanzo-Sulmona 1992, a cura di V. Casale, L’Aquila 1995, pp. 175-184.

  8. Gaetano Sabatini (1868-1964). Scritti editi e inediti, a cura di E. Mattiocco, III, Inediti a cura di F. De Rubeis, L’Aquila 1995 (Deputazione Abruzzese di Storia Patria. Studi e Testi, 18/III), pp. 383-528.

  9. Stemmi ed epigrafi, in Pinacoteca Comunale di Bettona, a cura di V. Casale, Perugia 1996 (Catalogo regionale dei beni culturali dell’Umbria), pp. 195-201.

  10. La scrittura a San Vincenzo al Volturno fra manoscritti ed epigrafi, in San Vincenzo al Volturno. Cultura, istituzioni, economia, a cura di F. Marazzi, Monteroduni 1996, pp. 21-40.

  11. La scrittura forzata. Le lettere autografe di Arcangela Tarabotti, in «Rivista di Storia e Letteratura Religiosa», 1996, pp. 142-145.

  12. Cult, relics and privileged burial at San Vincenzo al Volturno in the age of Charlemagne: The discovery of the tomb of Abbot Talaricus (817-3 october 823), in I Congresso nazionale di archeologia medievale, Pisa 29-31 maggio 1997, a cura di S. Gelichi, Firenze 1997, pp. 315-321 (con J. Mitchell, L.Watson, R. Hodges).

  13. Un manufatto particolare: il gallo segnavento del vescovo Ramperto, in Santa Giulia. Museo della città. Brescia. L’età altomedievale. Longobardi e Carolingi. San Salvatore, Milano 1999, p. 76 (con C. Stella).

  14. Le iscrizioni altomedievali dei Civici Musei di Brescia, in Santa Giulia. Museo della città. Brescia. L’età altomedievale. Longobardi e Carolingi. San Salvatore, Milano 1999, pp. 79-81.

  15. Desiderio re o Ludovico Imperatore?, in Santa Giulia. Museo della città. Brescia. L’età altomedievale. Longobardi e Carolingi. San Salvatore, Milano 1999, pp. 103-104.

  16. La cultura scritta, in Il Futuro dei Longobardi. L’Italia e la costruzione dell’Europa di Carlo Magno, a cura di C. Bertelli e G.P. Brogiolo, Milano 2000, pp. 125-127.

  17. Le forme dell’epigrafia funeraria longobarda, in Il Futuro dei Longobardi. L’Italia e la costruzione dell’Europa di Carlo Magno, a cura di C. Bertelli e G.P. Brogiolo, Milano 2000, pp. 135-146.

  18. La scrittura epigrafica in età longobarda, in Il Futuro dei Longobardi. L’Italia e la costruzione dell’Europa di Carlo Magno. Saggi, a cura di C. Bertelli e G.P. Brogiolo, Milano 2000, pp. 71- 83.

  19. La tradizione epigrafica in Paolo Diacono, in Paolo Diacono. Uno scrittore fra tradizione longobarda e rinnovamento carolingio, Atti del Convegno internazionale di studi, Cividale del Friuli – Udine, 6-9 maggio 1999, a cura di P. Chiesa, Udine 2000, pp. 139-162.

  20. Le epigrafi dei re longobardi, in Poesia dell’alto medioevo europeo: manoscritti, lingua e musica dei ritmi latini, Atti delle Euroconferenze per il Corpus dei ritmi latini (IV-IX sec.), Arezzo 6-7 novembre 1998 e Ravello 9-12 settembre 1999, a cura di F. Stella, Firenze 2000, pp. 223-240.

  21. The “Codex Beneventanus”, in San Vincenzo al Volturno, 3, The finds from the 1980-86 excavations, a cura di J. Mitchell – I.L. Hansen – C.M. Coutts, Spoleto 2001, cap. 23, pp. 439-449, tavv. pp. 367-392.

  22. Epigrafi a Roma dall’età classica all’alto medioevo, in Roma. Dall’antichità classica al medioevo. Archeologia e storia, a cura di M.S. Arena, P. Delogu, L. Paroli, M. Ricci, L. Saguì, L. Vendittelli, Roma 2001, pp. 104-121.

  23. L’epigrafia nella città tardoantica, in Roma. Dall’antichità classica al medioevo. Archeologia e storia, a cura di M.S. Arena, P. Delogu, L. Paroli, M. Ricci, L. Saguì, L. Vendittelli, Roma 2001, p. 212.

  24. Le pergulae di Adriano I (772-795), in Roma. Dall’antichità classica al medioevo. Archeologia e storia, a cura di M.S. Arena, P. Delogu, L. Paroli, M. Ricci, L. Saguì, L. Vendittelli, Roma 2001, pp. 467- 470.

  25. L’epigrafia del VII-IX secolo, in Roma. Dall’antichità classica al medioevo. Archeologia e storia, a cura di M.S. Arena, P. Delogu, L. Paroli, M. Ricci, L. Saguì, L. Vendittelli, Roma 2001, pp. 539-542.

  26. La scrittura esposta nella Marca Ezzeliniana, in Ezzelini. Signori della Marca nel cuore dell’Impero di Federico II, Bassano del Grappa 15 settembre 2001 – 6 gennaio 2002 (Catalogo della mostra), a cura di C. Bertelli e G. Marcadella, Milano 2001, pp. 99- 102.

  27. Epigraphs, in Short Oxford History of Italy: Italy in the Middle Ages, a cura di C. La Rocca, Oxford 2002, pp. 220-227.

  28. Tra Dalmazia e Italia: continuità e fratture nella prima età carolingia, in «Hortus Artium Medievalium», 8 (2002), pp. 247-253.

  29. Le iscrizioni della Torre del monastero di Santa Maria di Torba: un problema paleografico, in Giornata di studio “Castel Seprio e Vico Seprio”. Aggiornamenti, Castel Seprio – Torba, 22 settembre 2001, Castelseprio 2002, pp. 83-100.

  30. Schriftkultur und Formen graphischer Vermittlung, in Vom Nutzen des Schreibens. Soziales Gedächtnis, Herrschaft und Besitz, a cura di W.Pohl – P. Herold, Wien 2002 (Denkschriften der Österreichischen Akademie der Wissenschaften, phil.-hist. Klasse 306), 33-38.

  31. La tradizione epigrafica longobarda nei ducati di Spoleto e Benevento, in I Longobardi dei Ducati di Spoleto e Benevento, Atti del XVI Congresso internazionale di studi sull’alto medioevo (Spoleto 20-23 ottobre 2002-Benevento 24-27 ottobre 2002), Spoleto 2003, pp. 481-506.

  32. I monasteri nell’alto medioevo: le scritture dai monasteri, in Le scritture dei monasteri, Atti del II Seminario internazionale di studio “I monasteri nell’alto medioevo”, Roma 6-9 maggio 2002, a cura di F. De Rubeis – W. Pohl, Roma 2003 (Acta Instituti Romani Finlandiae, 29).

  33. Le scritture itineranti nelle produzioni librarie monastiche, in Le scritture dei monasteri, Atti del II Seminario internazionale di studio “I monasteri nell’alto medioevo”, Roma 6-9 maggio 2002, a cura di F. De Rubeis – W. Pohl, Roma 2003 (Acta Instituti Romani Finlandiae, 29), pp. 47-66.

  34. Sillogi epigrafiche: le vie della pietra in età carolingia, in Paolino di Aquileia e il contributo italiano all’Europa carolingia, Atti del Convegno internazionale di studi, Cividale del Friuli-Premariacco, 10-13 ottobre 2002, a cura di P. Chiesa, Udine 2003, pp. 93-114.

  35. La memoria e la pietra, in Sauver son âme et perpétuer. Transmission du patrimoine et mémoire au haut moyen âge, a cura di F. Bougard, C. La Rocca, R. Le Jan, Roma 2005 (Collection de l’École Française de Rome, 351), pp. 417-430.

  36. Scritture epigrafiche e scritture librarie in Italia meridionale, in Die Langobarden. Herrschaft und Identität, a cura di W. Pohl, P. Erhart, Wien 2005 (Forschungen zur Geschichte des Mittelalters, 9), pp. 525-533

  37. La scrittura delle élites tra crisi e rinnovamento, in Les élites au haut Moyen Âge. Crises et renouvellements, a cura di F. Bougard, L. Feller, R. Le Jan, Turhnout 2006, pp. 99-126.

  38. Chartae Latinae Antiquiores. Facsimile-edition of the Latin Charters, 2nd series, edited by G. Cavallo and G. Nicolaj, Part LXIX (Italy XLI), Piacenza VI. Archivio della Cattedrale, publ. by F. De Rubeis, Dietikon-Zürich 2006.

  39. Scritture epigrafiche e scritture librarie in Italia meridionale, in Il monachesimo italiano dall’età longobarda all’età ottoniana (secc. VIII-X), Atti del VII Convegno di Studi Storici sull’Italia Benedettina (Abbazia di Nonantola, 9-13 settembre 2003), Cesena, Badia di Santa Maria del Monte, 2006, pp. 487-502.

  40. Dalla scrittura pubblica alla scrittura privata: paesaggi urbani in trasformazione, in The Town in the Middle Ages, 12th International Colloquium of the IRC for late Antiquity and Middle Ages (Motovun, Croazia, 26-29 maggio 2005), in «Hortus Artium medievalium», 12 (2006), pp. 163-174.

  41. La vendetta e la scrittura o la vendetta della scrittura, in La vengeance. 400-1200, a cura di D. Barthelemy, F. Bougard, R. Le Jan, Roma 2006 (Collection de l’École française de Rome, 357), pp. 43-63.

  42. “Epigrafia femminile: la trasformazione della virtù” in LA ROCCA C., “Agire da Donna. Modelli e pratiche di rappresentazione (secoli VI-X)”, TURNHOUT, Brepols, 2007, pp. 53-73 (ISBN 9782503522753)

  43. Inscriptiones Medii Aevi Italiae, 3, Veneto – Belluno, Treviso, Vicenza, Spoleto, Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo, 2011, vol. 1 (ISBN 9788879883214)

  44. Chartae Latinae Antiquiores. Facsimile-edition of the Latin Charters, 2nd series, edited by G. Cavallo and G. Nicolaj, Part LXX (Italy XLII), Piacenza VII. Archivio della Cattedrale, publ. by F. De Rubeis, Dietikon-Zürich 2007.

Ultima modifica: 09 dicembre 2012 10:33

Up torna su