Francesca Cenni

Nata a Firenze nel 1973, laureata con una tesi di Codicologia nel 2002 in Conservazione dei Beni Culturali, indirizzo Librario-Archivistico presso l’Università di Siena, Facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo (relatore: prof.ssa Caterina Tristano). Conseguimento del titolo di Doctor Europaeus presso la Scuola di Dottorato di Ricerca in Scienze del Libro della medesima Università (relatori: prof. Ezio Ornato, prof. Eef Overgaauw, prof.ssa Caterina Tristano).
Dal 2006 al 2011 titolare di assegno di ricerca presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo (settore M-STO/08); dall’a.a. 2006-2007 docente a contratto di Storia delle biblioteche.

Indirizzi

Centro Interdipartimentale di Studi sui Beni Librari e Archivistici (C.I.S.L.A.B.), Dipartimento di Teoria e Documentazione delle Tradizioni Culturali, Università di Siena
Viale Luigi Cittadini, 33
52100 Arezzo (AR)
telefono: 0575 926372
fax: 0575 926230
email: cenni2@unisi.it
email: cenni2@gmail.com

Pubblicazioni

  1. Il valore economico del libro nell’Arezzo medievale, in Arezzo: il Pionta. Fonti e studi dall’antichità all’età moderna, a cura di A. Molinari e C. Tristano, Rotary Club Arezzo 2005, pp. 75-77.

  2. Curatela del volume Liber / libra. Il mercato del libro manoscritto nel medioevo italiano, a cura di Francesca Cenni e Caterina Tristano, Roma, Jouvence, 2005.

  3. Il valore del libro “vecchio” a Siena nel XIII secolo: alcuni esempi, in Liber / libra. Il mercato del libro manoscritto nel medioevo italiano, a cura di Francesca Cenni e Caterina Tristano, Roma, Jouvence, 2005., pp. 31-61.

  4. Curatela del volume Secoli XI e XII: l’invenzione della memoria, Atti del Seminario Internazionale, Montepulciano 27-29 Aprile 2006, a cura di Simone Allegria e Francesca Cenni, Le Balze, Montepulciano 2006 (Medieval Writing. Settimane poliziane di studi superiori sulla cultura scritta medievale e moderna, 1).

  5. L’archivio G.L. Passerini. L’ultimo “Umanista”? in «Atti e Memorie dell’Accademia Petrarca di Lettere Arti e Scienze» in AMAP, 2008.

  6. I libri e la porpora. Le biblioteche cardinalizie come rappresentazione dell’intellettuale moderno in Civis/Civitas. Cittadinanza politico-istituzionale ed identità socio-culturale da Roma alla prima età moderna, Atti del Seminario Internazionale, Siena-Montepulciano 10-13 luglio 2008, a cura di Caterina Tristano e Simone Allegria, Thesan e Turan, Montepulciano 2008 (Medieval Writing. Settimane poliziane di studi superiori sulla cultura scritta medievale e moderna, 3).

  7. Un caleidoscopio di carte. L’archivio della famiglia Calamandrei e Piero, in “Il Ponte” settembre 2009.

  8. In bilico tra memoria e oblio: le rappresentazioni dell’archivio nella letteratura in Atti del Convegno annuale dell’Associazione per gli Studi di teoria e Storia Comparata della Letteratura dal tema “Memoria e oblio: le scritture del tempo”, Cavallino (LE), anno 2009

  9. Un’aggiunta alla storia del Messale di Pionta: “un’inventario” di beni come fonte per la ricostruzione delle raccolte librarie in epoca medievale, in preparazione.

Ultima modifica: 24 giugno 2011 19:50

Up torna su