Giuliana Capriolo

Nata a Salerno nel 1967, laureata in Lettere presso l’Università di Salerno nell’a.a. 1989-1990 (relatrice: prof.ssa M. Galante). Diplomata presso la Scuola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica (a.a. 1993-1994) e presso la Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari dell’Università di Roma «La Sapienza» (a.a. 1994-1995 – relatori: proff. A. De Luca e A. Pratesi). È dottore di ricerca in Scienze bibliografiche, archivistiche e documentarie, titolo conseguito presso l’Università degli Studi di Udine.
Dal 1999 al 2011 è stata Responsabile Nucleo Biblioteche presso il Sistema bibliotecario urbano della Città di Torino e poi presso il Sistema bibliotecario di Ateneo di Salerno. Dal marzo 2011 è ricercatrice di Paleografia presso l’Università degli Studi di Salerno. È professore aggregato di Codicologia (Corso di Laurea magistrale in Gestione Conservazione del Patrimonio archivistico e librario) e di Diplomatica (Corso di Laurea triennale in Beni culturali).

Indirizzi

Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale (DiSPaC), Università di Salerno
Via Giovanni Paolo II, 132
84084 Fisciano (SA)
telefono: +39 089 963097
fax: +39 089 962262
email: gcapriolo@unisa.it

Pubblicazioni

  1. Pergamene e diplomi conservati nell’Archivio dei Musei provinciali del Salernitano, in «Apollo», IX (1993), pp. 123-127.

  2. Rotoli liturgici in mostra a Montecassino, in «Bollettino storico di Salerno e Principato Citra», XII, 1-2 (1994), pp. 185-189.

  3. La Badia di Cava e i suoi beni librari e documentari, in «Nuovo meridionalismo», XI, 105 (1995), pp. 34-36.

  4. La chiesa arcipretale del S.mo Salvatore di Castelpagano, [Castepagano], Comunità montana Alto Tammaro, 1996 (Gli archivi locali, 7) (inventario).

  5. Edizione dei docc. nn. 73-289 e relativi indici, in Nuove pergamene del monastero femminile di S. Giorgio di Salerno, II (1266-1697), a cura di M. Galante, Salerno, Carlone, 1997, pp. 279-381.

  6. Rc. a Virgilio e il chiostro. Manoscritti di autori classici e civiltà monastica, a cura di M. Dell’Omo, Roma, Palombi-Rose, 1996, in «Archivio Storico del Sannio», n.s., II, 1 (1997), pp. 165-169.

  7. Rc. a Libri e documenti d’Italia: dai Longobardi alla rinascita delle città, Atti del Convegno nazionale dell’Associazione Italiana dei Paleografi e Diplomatisti (Cividale, 5-7 ottobre 1994), a cura di C. Scalon, Udine, Arti Grafiche Friulane, 1996, in «Archivio Storico del Sannio», n.s., II, 1 (1997), pp. 169-174.

  8. Rc. a Dispacci sforzeschi da Napoli, I. (1444-2 luglio 1458), a cura di F. Senatore, Salerno, Carlone, 1997, in «Archivio Storico del Sannio», n.s., III, 1-2 (1998), pp. 347-350.

  9. Indici di C. Longobardi, Eboli tra cronaca e storia, II, Salerno, Carlone, 1998, pp. 451-513.

  10. Rassegna del Convegno Notai e documentazione notarile nella Longobardia meridionale (Benevento, 24 aprile 1999), in «Archivio storico del Sannio», n.s., IV, 2 (1999), pp. 133-142.

  11. Scala. Giovanni Falcone (anni 1481-82), Napoli, Arte tipografica, 2001 (Cartulari notarili campani del XV secolo, 7).

  12. Notizia di Codex. I tesori della Biblioteca Ambrosiana, Milano, Rizzoli, 2000, in «Archivio Storico Italiano», CLX, 592, dispensa II (2002), pp. 405-407.

  13. Pergamene ravellesi di periodo angioino conservate nell’Archivio vescovile di Ravello (anni 1266-1280), in «Rassegna del Centro di Cultura e Storia amalfitana», XII, 23-24 (2002), pp. 9-69.

  14. Inventario degli Archivi di Fausto e Benedetto Nicolini conservati presso l’Istituto Italiano di Studi Storici (consultabile presso l’Istituto).

  15. Frammenti in scrittura beneventana da protocolli notarili di Scala, in «Rassegna storica salernitana», 42 (2004), pp. 33-54. anche in Fonti documentarie amalfitane conservate negli archivi e biblioteche dell’Italia centro-meridionale: prospettive di studio e chiavi di lettura. Atti del Convegno di Studi in memoria di Catello Salvati (1920-2000), Amalfi, 24-26 ottobre 2002, a cura di G. Cobalto, Amalfi, Centro di Cultura e Storia Amalfitana, 2006 (Atti, 11), pp. 89-105.

  16. Rc. a Incunaboli e cinquecentine delle biblioteche dei Frati minori del Sannio e dell’Irpinia, a cura di D. F. Panella, s.l., s.n., 2004, in «Biblioteche Oggi», 10 (2005), pp. 73-74.

  17. Registri notarili di area salernitana (sec. XV), Salerno, LavegliaCarlone, 2009 (Schola salernitana. Documenti, 1).

  18. Rc. ad Annales Cavenses, a cura di F. Delle Donne, Roma, Istituto Storico Italiano per il Medio Evo, 2011 (Fonti per la storia dell’Italia medievale – Rerum Italicarum Scriptores, III serie), in «Rassegna Storica Salernitana», 56 (2011), pp. 237-239.

  19. Indici e cura redazionale del volume: La produzione scritta tecnica e scientifica nel Medioevo: libro e documento tra scuole e professioni. Atti del Convegno internazionale di studio dell’Associazione Italiana dei Paleografi e Diplomatisti (Fisciano-Salerno, 28-30 settembre 2009), a cura di G. De Gregorio – M. Galante con la collaborazione di G. Capriolo – M. D’Ambrosi, Spoleto, Fondazione Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo, 2012 (Studi e ricerche, 5).

  20. Documenti dei secoli XI-XII dall’Archivio storico della Curia della Provincia salernitano-lucana dei Frati minori, in Medioevo letto, scavato, rivalutato. Studi in onore di Paolo Peduto, a cura di R. Fiorillo e C. Lambert, Borgo S. Lorenzo (FI), All’Insegna del Giglio, 2012 (Schola Salernitana. Medioevo scavato, VII), pp. 115-124.

  21. Sulla documentazione notarile in forma di registro: spunti da un protocollo sarnese del Quattrocento, in «Rassegna Storica Salernitana», 59 (2013), pp. 169-175.

  22. Il “Repertorio” delle famiglie nobili salernitane nella tradizione manoscritta: spunti codicologici e ipotesi di attribuzione, in Specchi di nobiltà. Il manoscritto Pinto della Biblioteca Provinciale di Salerno, G. Capriolo [et. al.], [Salerno, PrintArt Edizioni, 2013], pp. 19-49.

  23. Una nuova testimonianza in scrittura beneventana dall’Archivio di Stato di Salerno, in BMB. Bibliografia dei manoscritti in scrittura beneventana, 21. Dati relativi a pubblicazioni apparse a partire dal 1990, raccolti dal 5 settembre 2012 al 1° ottobre 2013, Roma, Viella, 2013, pp. 19-31.

  24. I documenti cavensi del Cilento tra Longobardi e Normanni, in Riforma della Chiesa, esperienze monastiche e poteri locali. La Badia di Cava e le sue dipendenze nel Mezzogiorno dei secoli XI-XII. Convegno internazionale, Badia di Cava, 15-17 settembre 2011, a cura di M. Galante, G. Vitolo, G.Z. Zanichelli, Firenze, SISMEL – Edizioni del Galluzzo, 2014 (Millennio Medievale, 99. Strumenti e Studi n.s., 36), pp. 257-268.

Ultima modifica: 28 ottobre 2014 21:20

Up torna su